Biologico o Agroecologico? Cosa è cosa?

Sempre più persone in tutto il mondo stanno iniziando a voler cambiare le loro abitudini quando si rendono conto che, se continuiamo come al solito, il pianeta non sarà più in grado di fornirci le risorse necessarie per la vita.

Tra queste abitudini, è molto comune che i cambiamenti nella dieta siano i primi. Pertanto, ci sono sempre più consumatori che preferiscono consumare alimenti meno trasformati e più naturali . E, in quella ricerca, iniziano a conoscere le qualità nutrizionali di ognuno, la loro corretta combinazione, i loro alti sprechi e i modi meno dannosi (a livello sociale e ambientale) di produrre ciò che mangiamo.

Ma quell'informazione può spesso diventare così tanto che si aggroviglia e finisce per essere frustrante. Pertanto, qui vorremmo fare la differenza tra biologico e agroecologico, che, sebbene sembrino essere gli stessi, non sono e possono confondere più di un consumatore.

[Potrebbe interessarti anche: 5 modi in cui puoi consumare prodotti biologici e spendere poco]

L ' agricoltura agro - ecologica definisce un sistema di produzione agricola che fornisce cibo rispettando i cicli della natura senza residui agrochimici.

Pertanto, i prodotti che ne derivano sono nutrienti e di qualità migliore. Ciò implica anche prendersi cura dell'ambiente e preservare gli ecosistemi e la biodiversità.

Infine, questo tipo di produzione favorisce lo sviluppo delle comunità locali, dell'economia sociale e degli agricoltori familiari. Perché, ad esempio, la rotazione delle colture segue la logica dell'alimentazione della famiglia di produttori.

[Potrebbe interessarti anche: gli scienziati affermano che il cibo biologico riduce il sovrappeso]

Secondo la FAO, l' agricoltura biologica è, d'altra parte, un sistema di produzione che sfrutta al massimo le risorse agricole , riduce al minimo l'uso di risorse non rinnovabili e non utilizza prodotti chimici per l' agricoltura .

Ma la differenza con l'agroecologia sta nella certificazione, per la quale devono essere soddisfatti determinati requisiti, che vanno dalla selezione delle sementi al controllo dei parassiti e delle infestanti.

Tali requisiti sono generalmente creati da agenzie di certificazione private. Pertanto, produrre biologicamente significa farlo secondo un certo regolamento.

Conoscevi queste informazioni?

fonti:

INTA

Via Campesina

Articoli Correlati