Come trapiantare e riprodurre il gelsomino

Se hai mai camminato per strada e l'intensità del suo profumo ti ha fermato, sicuramente conosci e apprezzi il gelsomino . Quello che conosciamo come "gelsomino" è in realtà un genere, all'interno del quale si trovano più di 200 specie; alcuni che crescono come cespugli e altri, gli scalatori che crescono intorno agli alberi o alle sbarre delle case.

Se ami il gelsomino, ne hai uno in casa e vuoi cambiarlo; O un tuo amico ne ha uno e vuoi avere una nuova pianta da portare con te, puoi leggere qui tutto ciò che devi sapere per trapiantare o riprodurre correttamente un gelsomino e goderti così il suo profumo e la bellezza dei suoi fiori.

gioca al gelsomino gelsomino: riproduzione e trapianto

Per trapiantare un gelsomino da un posto a un altro:

1. Apri un buco con una pala o con le mani nel terreno in cui vuoi localizzare la tua pianta e le sue dimensioni approssimative. Stai attento alle radici; non lasciarli completamente esposti, lasciarli con la terra che è stata attaccata a loro.

2. Dato che ci vorrà del tempo prima che le radici si adattino al loro nuovo spazio, devi prenderti cura della pianta. Innaffia frequentemente (diminuisce man mano che attecchisce) e concimalo con la materia organica, come il letame.  

Se vuoi riprodurre un gelsomino:

Sebbene esistano diverse tecniche per riprodurre un gelsomino, qui abbiamo scelto quello del  taglio . Prova a farlo in primavera o in estate, al mattino.

1. Scegli un ramo del tuo gelsomino che ha circa 15 centimetri, è verde con toni marroni e ha gemme, cioè piccole sporgenze dalle quali emergono foglie e steli. Taglialo con le forbici affilate di un giardiniere sopra il nodo. Rimuovi le foglie grandi, ma non quelle più piccole.

2. Piantalo in un piccolo vaso (profondo circa 10 centimetri) con terreno mescolato con perlite e compost organico. Non affondarlo troppo in profondità. Quindi, inumidire il terreno con un diffusore.

Nota: per assicurarsi che un taglio attecchisca, è meglio spruzzarlo con una radice. Puoi prepararlo da solo con le lenticchie.

3. Dopo tre settimane, controlla che tutto vada bene tirando lentamente e attentamente la pianta per verificare se le sue radici sono già stabilite e offrono resistenza.

Come prendersi cura del gelsomino

prenditi cura di un gelsomino

Original text


  • I gelsomini hanno bisogno di un po 'di sole diretto ogni giorno per fiorire meglio.

  • Elimina i vecchi rami.

  • In estate hanno bisogno di un'irrigazione abbondante; e in inverno, moderato.

  • Nota: se i boccioli non si aprono, la pianta potrebbe non ricevere abbastanza luce; e che se le foglie diventano marroni, sta ricevendo molta luce diretta e può seccarsi.

  • Se vivi in ​​una zona con un inverno rigido con gelo, mettilo in una serra o all'interno della tua casa.

  • Se hai un gelsomino in vaso, assicurati sempre che sia adeguatamente drenato in modo che le radici rimangano sane.

Articoli Correlati